Il posto è davvero bello: siamo nel rione San Niccolò, cuore pulsante della notte fiorentina, ed il ristorante si trova all’interno di un antico palazzo, con belle colonne ed archi. Ambiente raccolto, adatto alla sera mancando la possibilità, il giorno, di mangiare con luce naturale. Nel menu si propongono fondamentalmente specialità toscane: la scelta di crostini assortiti consiste in un cestino di pane tostato con varie salse servite a parte. Buona quella di fegato , così come quella di peperoni, meno le altre. L’assortimento di sformati di verdura è corretto, ma non si distinguono in maniera precisa i gusti. Come primo, le tagliatelle con cipolle e pancetta riportano la stessa salsa utilizzata per i crostini, molto dolciastra. Corretto il peposo, accompagnato da una patata bollita. Non c’è una carta dei vini, ma una cantinetta, dove scegliere tra molto etichette: peccato che molti dei vini siano più che antichi, vecchi, conservati in piedi, con etichette stropicciate, non molto ..attraenti! Il caffè solo quello della moka. 30 euro per tre portate escluso vini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento