Fate un respirone, andate a vedervi qui la foto e poi scappate velocemente dall’immagine altrimenti non cenate stasera: già la parola fa star male, perchè l’idea che si possa inscatolare uno spaghetto, per di più alla carbonara, suona male; quando poi si vede il risultato, la misura è colma!Già si potrebbe obiettare sulla presenza di funghi e prosciutto cotto nella fotografia”bella”, figuriamoci la massa informe della versione originale. Che i fotografi del cibo fosseroo dei geni lo si è sempre saputo, a partire dal pollo arrosto che viene fatto con un pollo crudo riempito con mollica di pane o carta di giornale, spennellato con caramello, tanto per gradire…ma gli spaghetti…

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 Commenti

  1. ..ma gli spaghetti…
    …gli spaghetti in scatola proprio non si possono “sentire” O_o

    Che è quella roba!Un pastone!
    Vogliamo parlare della foto numero 5? cosè un cervello in scatola? O_o