Metti un produttore di vino piemontese che fa storia e che ama la Toscana; prendi un produttore di bicchieri di cristallo considerati i migliori al mondo: uniscili ed otterrai un’esperienza sensoriale divertente ed esaltante allo stesso tempo. Tutto nasce a Ca’Marcanda, in quel di Bolgheri, dove  Angelo Gaja ha acquistato la tenuta nel 1996: da sempre poi, con la Gaja Distribuzione, pensano alla diffusione del marchio Riedel in Italia. La sera si svolge la cena alla Pineta, con assaggio di bottiglie quali Alteni di Brassica 1998, sauvignon blanc ancora vitale e soprattutto il Gaia e Rey 1991 monumentale, uno dei pochi bianchi, chardonnay,  da invecchiamento italiani. A seguire Sorì San Lorenzo 1998 e Barolo Sperss 1989, per terminare con lo Chateau d’Yquem 1986. Sommelier d’eccezione Georg Riedel, per un menu che prevedeva il misto di crudo di mare, gli straccetti di pasta fresca con le triglie, le linguine calamaretti aglio e salvia da standing ovation ed il bollito di crostacei con pesce al sale. Per terminare millefoglie di crema pasticcera e caramello. Nella cena è stato interessante notare il ruolo dei decanter, indubbiamente scenografici e costruiti in maniera tale da rallentare il flusso del vino nel bicchiere, per un’ossigenazione ideale dei vini. Due parole su quanto degustato: ALTENI 1998 Frutta ed erbe aromatiche al naso, bocca rigorosa, e finale prolungato GAIA e REY 1991 Aromi di miele, frutta secca, floreale maturo, variegato. Largo , morbido, di inusitata persistenza e piacevole finale. SORI’SAN LORENZO 1998 Naso di frutti di bosco ed anche sottobosco, largo e morbido in bocca, con tannini equilibrati ed appetitoso BAROLO SPERSS 1989 Un mondo di aromi che spaziano dai frutti ancora riconoscibili al tabacco al cuoio, a tutto quello che concerne gli aromi da invecchiamento. Tannini fusi e corpo mai pesante ma largo. CHATEAU D’YQUEM 1986 Lo devo commentare?:-)) Poi il giorno dopo, una degustazione che parte dal bicchiere di plastica per arrivare a quello giusto..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento