Fa male, è plebeo, si mangia con difficoltà perché unge e poi..pesce e patate fritte magari sono cotti  in olio stantio, il numero di calorie è alto all’inverosimile..tutto inutile il” fish and chips” di anglosassone tradizione è sempre molto gradito e sembra proprio non avvertirei 160 anni che ha sulle spalle.

fish and chipsSembra che sia stato proposto la prima volta dagli ebrei trasferiti in Inghilterra alla metà del XIX secolo e che poi gradualmente si sia diffuso in tutta la penisola britannica ed ora anche nei paesi come Australia e Canada. Rappresenta il classico esempio di cibo da strada britannico, ed avrebbe  tutte le caratteristiche per essere inserito nel dimenticatoio seguendo i criteri di una moderna alimentazione che vuole essere sana e digeribile , per l’eccesso di calorie fornito e il tipo di cottura, la frittura:  invece , sarà che quello che fa ingrassare esercita un richiamo irresistibile ma continua ad essere servito a dispetto dei dietologi, ma questo accade per molte specialità dello stesso tipo. E’ interessante notare come malgrado sia facile prepararlo, non “sfondi” fuori dal suo paese di origine, in Italia non si trovino baracchini che lo vendono per strada, un segnale su come le tradizioni si radichino per i motivi più disparati, non certo per la difficoltà nel reperire gli ingredienti. In pratica si tratta di filetti di merluzzo o di eglefino che vengono passati nella pastella e poi fritti. Le differenze delle pastelle possono essere notevoli, ma di solito si utilizza farina di grano tenero ed acqua o birra: Le patate possono essere cotte con la buccia o senza e questi due ingredienti sono gli unici che si possono trovare nel cartoccio venduto per strada. Se il consumo passa invece nei pub, si aggiungono quasi sempre piselli  al burro o sotto forma di purea aromatizzata alla menta. Nelle versioni scomposte cuochi in vena di creatività hanno aumentato la varietà di salse di accompagnamento per effettuare il “dipping” e la pastella è stata sostituita da impanatura classica con l’utilizzo di pangrattato.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento