Quando si dice le stagioni..insieme a funghi porcini, il periodo di fine estate ci regala i fichi, un prodotto che rimane sul mercato per tempi relativamente brevi rispetto a quello a cui siamo abituati con altri tipi di frutta e verdura. Se pensate che le varietà siano solamente tre, ovvero neri, verdini e dottati vi sbagliate: ce ne sono ovviamente molte di più, ma quelle che arrivano sul mercato sono una sparuta minoranza. L’accompagnamento classico li vede insieme al salame o al prosciutto, adatti soprattutto per coloro che vogliono attenuare la dolcezza potente. Altrimenti, chi li apprezza proprio per questa caratteristica, li ama sottoforma di confettura, caramellati(gasp, ebbene sì!) oppure inseriti in una crostata dove la dolcezza è magari rinforzata da gelatina di albicocche. Usi alternativi? Aspettiamo per quelli secchi, che in inverno possono accompagnare le lunghe serate abbinati alle noci e ad altri tipi di frutti grassi ed oleosi come mandorle e nocciole. Proviamo con abbinamenti nella pasta , magari con la salsiccia, nei secondi con carni tipo l’anatra, il coniglio o la selvaggina. Volete stupire ancora di più? Ripieno di ravioli insieme ad una farcia di prosciutto crudo, oppure in soave matrimonio, a fine pasto, con robiola o stracchino Credits viavaigabbianelli.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento