L’occasione è nata durante un pranzo al “Targa”: Gabriele Tarchiani mi raccontava che era trent’anni che aveva aperto l’attività, e che insieme a lui avevano iniziato Fabio Picchi e Giorgio Pinchiorri. Da lì l’idea di organizzare una festa per l’occasione e quindi, nell’ambito delle manifestazioni per il Genio Fiorentino, ecco nascere il Premio Ristorazione. 3 uomini che hanno speso trent’anni della loro vita in un mestiere non certo facile meritano rispetto e considerazione, ed oggi mi farà piacere dialogare con loro su cosa è successo, negli ultimi trent’anni, nella ristorazione di Firenze e dintorni. Ad organizzare il tutto, lo Studio Umami, tre giovani che qui spiegano le motivazioni del premio..ovviamente finiremo come sempre con il mangiare e bere..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. storia e tradizione di un’italia vasta e variegata…un italia fatta di risorse e braccia nel comparto gastronomico….comunque occorre nuovi nomi e nuove risorse…professore cosa sta uscendo dagli alberghieri? mi piacerbbe leggere un post sulla sua realtà
    amen
    anno domini 2009