Non è uso comune comprare uno spazio su un giornale cittadino per ringraziare chi ti sta vicino ..o, meglio, è capitato per casi eclatanti, nazionali, da parte di industriali, di finanzieri o chi per loro, ma i proprietari di un ristorante che decidono di fare questo gesto  pubblicamente, per i loro collaboratori,  con un annuncio è cosa che fa notizia. Il motivo è legato alla riconferma delle Tre Stelle , il massimo riconoscimento per un ristorante assegnato dalla guida Michelin, un traguardo che si può raggiungere ma diventa importante conservarlo per anni , cosa che sta riuscendo benissimo a Giorgio Pinchiorri e Annie Feolde, i fondatori di uno spazio che è 10383549_10153763230674014_7985205554294548965_nentrato di diritto nella storia dell’enogastronomia internazionale. Scorrere l’elenco e riconoscere i volti di chi da anni è in sala e in cucina a portare avanti un progetto non comune, nato più di 40 anni fa dall’incontro di due persone che sono riuscite a realizzare il loro sogno: non è da tutti, anche ricordare chi li ha accompagnati all’inizio, e poi il commercialista, l’avvocato, la ragioniera..sembra quasi di percepire chiaramente la complessità di mandare avanti una macchina per la quale ogni ingranaggio è essenziale per l’ottima riuscita. L’annuncio pubblico, poi , è un segnale: noi siamo in città, esistiamo, siamo legati ad un territorio che ci ha accolto e ci ha fatto crescere, essendo lei francese e lui emiliano, ma nella città del giglio abbiamo trovato il nostro luogo di elezione. Una volta nella vita è un’esperienza da provare: c’è chi si regala il corso di guida sportiva, il jumping avveniristico, il concerto nell’area VIP..una cena da Pinchiorri lascia il segno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento