La data è da ricordare, perchè Giorgio Pinchiorri ed Annie Feolde, con tutto lo staff dell’Enoteca, hanno deciso di fare un’iniziativa importante: una cena di raccolta fondi per la Fondazione Montedomini: Pr chi non è di Firenze, il nome dirà forse poco. In realtà, tutti i fiorentini conoscono questa istituzione, che nasce allo scopo di dare assistenza agli anziani non autosufficienti e che in seguito ha ampliato il livello di assistenza rivolgendosi anche ad altri disagi. Come tutte le istituzioni di questo tipo, i soldi mancano sempre: se è facile trovare persone disposte a raccogliere fondi per i bambini, meno facile trovare persone che queste cose le facciano per gli anziani. La serata costa 500 euro, tutti i soldi, veramente tutti, senza spese da togliere, andranno per l’acquisto di un macchinario per aiutare che  ha perso l”uso degli arti superiori: costo 45000 euro, quindi si spera che parteciperanno alla serata 100 persone. Previsto il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, a fare da banditore ad un’asta di vini pregiati che si svolgerà la stessa sera. Per prenotarsi basta telefonare all’Enoteca, allo 05526311 e poi fare un versamento alla Fondazione Montedomini. Partecipate numerosi, poi vi scrivo menu e vini!!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 Commenti

  1. Bella iniziativa e bella data:S.Martino…che divide il suo mantello con i più poveri!
    Ho visto il servizio ieri su Tg3, c’eri anche tu, Leonardo eh eh…ma sbaglio, o Giorgio Pinchiorri è dimagritissimo!
    Un saluto e buon w-end!

  2. Romanelli, non per fare il grillo parlante, ma se 500*100 fa 50.000 e il macchinario costa 45.000, e tutto l’incasso va sul macchinario, avanzano 5000€..

  3. @ligabue
    Se è per questo speriamo di farne molti di più. I macchinari potrebbero diventare due ma soprattutto non mancano i bisogni, L’asta del vino serve anche a questo. Sarà un mio impegno deciso quello di portare più gente possibile