Ho iniziato da soli due giorni la dieta, sono all’alba del terzo giorno e già in vena di considerazioni. La prima è che se avessi scritto prima il libro su quello che mangio, avrei fatto la fortuna che ha fatto Pierre Dukan, che alla fine consiglia le stesse cose che metto in pratica da anni, durante il mese di agosto. Da anni. E’pur vero che non sono un medico e lui è stato radiato dall’ordine, con dei motivi che sono veri e condivisibili: questa dieta non è equilibrata e la si fa per un periodo breve, altrimenti crea grossi problemi. Per me sono infatti solo trenta giorni che mi permettono però di estraniarmi dal mio solito mondo, facendo attenzione ad altro, quando a tavola mi aspettano carni e pesci sconditi, verdure e frutta, tutto sano per carità, ma non certo da far partire la salivazione. Altri pensieri: mi accorgo di come la giornata di tutti sia scandita, in maniera più che regolare dal cibo. Si parla continuamente di ricette di tutti i tipi, della bontà del pane del fornaio del paese di villeggiatura, di quanto uno ha mangiato ieri e di quello che mangerà domani.. un supplizio di Tantalo al quale rispondo con una visione tantrica della vita, almeno per ora..Vi lascio con una ricettina adatta al periodo

Credits natura360.com

ZUPPA DI CIPOLLE
Ingredienti per 4 persone: 2 cipolle rosse di media grandezza, 1 l di brodo di verdure o acqua, sale fino, pepe nero, un mazzo di basilico

Tagliare finemente a fette le cipolle e porle in una casseruola, aggiustando di sapore con poco sale. Mettere sul fornello a fuoco basso, in modo da far uscire l’acqua contenuta al loro interno, avendo cura di coprire la casseruola con un coperchio. Dopo circa mezz’ora, appena la cipolla sarà imbiondita, unire la metà del brodo, le foglie di basilico sminuzzate ed il pepe. Continuare la cottura, unendo il brodo gradatamente. Servire ben calda, accompagnata, se necessario, da un piccolo cucchiaio di parmigiano.. meglio la prima settimana ricorrere alla versione brodosa..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento