Difficile trovare qualcuno a cui lei non piacesse: in tanti la anelavano, la adoravano, la volevano, a qualunque ora del giorno e della notte. D’altronde lei era sempre disponibile, ci voleva poco per prenderla, si donava con facilità e si vedeva come le persone che le venivano a contatto, fossero conquistate facilmente dalla sua piacevolezza. Lui si era fissato in maniera particolare, ed il rapporto rischiava di diventare paranoico. Si svegliava nel cuore della notte e, se non la trovava in casa, si metteva in macchina e cominciava a cercarla in città: vagava, con la sigaretta in bocca, pensieroso fino a che individuva un posto dove lei si poteva trovare. A volte erano anche le tre e certo non si trovavano persone molto raccomandabili in giro: lui non si fermava di fronte a niente, posteggiava la macchina ed entrava dove pensava che lei fosse presente. Non che fosse felice che lei frequentasse certi ambienti, ma sapeva anche che non poteva fare niente per contrastarla. Quando entrò vide almeno dieci uomini che l’aspettavano: lui si mise in disparte ed aspettò il suo turno. Fremeva, era allo stesso tempo eccitato e impaziente. Finalmemte lei uscì e la sua presenza nella stanza sarebbe stata chiara anche ad un cieco; il suo profumo si irradiò in tutta la stanza, in molti si avvicinarono a lei ma solo uno sarebbe stato accontentato. Lui la vide da lontano, era struggente, ma allo stesso tempo vitale, si sarebbe voluto perdersi con lei: i suoi sensi erano tirati al massimo, la sua mente lo riportava ad immagini estasianti, avrebbe voluto strapparla dalle mani dello sconosciuto ma si limitò a guardarlo soddisfatto mentre addentava il suo trancio di pizza..Credits alltheworld.blogdo.net

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento