Domani pomeriggio, alle ore 17, nel Cortile Michelozzo, di Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, si svolge la degustazione del Genio Fiorentino. Di seguito leggetevi il comunicato

Giovedì 22 maggio alle ore 17, in occasione della quarta edizione del Genio Fiorentino – progetto che intende valorizzare le migliori espressioni di creatività e di ingegno della Provincia di Firenze attraverso appuntamenti di arte, musica, danza, scienza, moda e tanto altro ancora – nella prestigiosa cornice di Palazzo Medici Riccardi, un’esclusiva e quanto mai singolare degustazione, allestita sotto il pergolato del cortile di Michelozzo, celebrerà il patrimonio vitivinicolo del territorio.
Otto le aziende scelte in rappresentanza dell’eccellenza enologica toscana, ognuna delle quali porterà in assaggio la propria etichetta più significativa: Marchesi Antinori, Castello di Ama, Badia a Coltibuono, Castello di Vicchiomaggio, Marchesi de’ Frescobaldi, Barone Ricasoli, Mazzei, Fontodi. E saranno gli stessi produttori, “geni” della viticoltura legati al territorio fiorentino per origine o sede produttiva, a presentarsi e raccontarsi ad un pubblico di ottanta invitati.
Daranno il benvenuto agli ospiti il Presidente della Provincia Matteo Renzi e l’Assessore all’Agricoltura Pietro Roselli. Seguirà una breve introduzione al mondo vitivinicolo della Provincia di Firenze a cura del Prof. Zeffiro Ciuffoletti, esperto di storia.
Al termine un aperitivo a cura di Stefano Bencistà, titolare dell’Antica Macelleria Falorni di Greve in Chianti.

A questo punto vi offro dieci posti: chi desidera partecipare? Segnalatevi che poi vi fornisco le informazioni!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 Commenti

  1. Ok,
    lo farò as soon as possible… ora Foschino dorme… il sonno del vinattiere!!

    Te lo farei conoscere ben volentieri…

    domani ti dico… ma fai pure il tuo

    otto & Co.

  2. sarebbe troppo chiederne due?…con me ci sarebbe un’altra tua allieva dei tempi dei corsi di slowfood…siamo farina del tuo sacco!!!

  3. Carissimo,
    dispensaci, Fosco è andato a prendere del vino nel nord e forse non ce la fa ad arrivare in tempo, scusa il ritardo ma ci tenevo e ho tenuto duro il più possibile.

    Io ero poi in Palazzo Vecchio al pranzo dei centenari e non potevo avvisarti prima

    scusa

    otto

  4. Vabbè, come sempre Sabino esagera… uno dei suoi lo prenderei io, così impara! 🙂

    Scuola Romanelli pure io, ai tempi dei master…tzè 😀

  5. […] sotto vi riporto il saluto di Leonardo Romanelli che ringrazio ancora dell’ospitalità e cui faccio i complimenti per l’idea e la […]