In molti, critici gastronomici, appassionati e magari gli stessi pasticceri, si sono chiesti come mai il panettone lo si debba mangiare solo a dicembre: Dario Loison ha risolto la questione con “L’insolito panettone”, preparazione del tutto simile al panettone natalizio ma dal gusto appena dolce, il che lo rende abbinabile ad un sacco di piatti dolci e salati. Mi ricordo da giovane studente di scuola alberghiera(sono passati più di trent’anni!) il “panettone gastronomico” che preparavamo per i buffet: spalmato di crema al formaggio, verdure, affettati, lo ricomponevamo per servirlo soprattutto durante gli aperitivi. La difficoltà maggiore era fare il panettone salato, in effetti..ah, poi a Natale ci aspettano tutta una selva di panettoni classici. Mancando solo 5 mesi suvvia!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 Commenti

  1. Ottima iniziativa.
    Piacevole scoperta che il panettone si può mangiare in tutti i periodi dell’anno e soprattutto abbinarlo a cibi salati.
    Ritengo che farò degli esperimenti.
    Complimenti al produttore che ha avuto un’ottima intuizione.
    Aldo Perosa-TORINO

  2. E sì vero, verissimo Dario Loison ha una fantasia ineguagliabile per inventarsi il “panettone” , e credo gli derivi dalla passione che ci mette..davvero tanta.
    E confermo anche la bonta dei suoi panettoni come basi da abbinare al salato. Ho avuto modo di andare ad una cena della rassegna “Cene di note” dove lo chef Peter Brumel si è sbizzarrito…..incredibile! Pensavo di uscirne stomacata ed invece semplicemente fantastico… Da scettica che ero mi sono convertita al panettone…usato come il” pane”. Devo dire che suoi panettoni si adattano bene, perchè particolarmente equilibrati nel dolce non troppo forte dell’impasto, forse con altri il risultato non è uguale.
    Ciao Alessandra