Manca poco a Pasqua e quindi si inizia ad impastare in maniera decisa in pasticceria. C’è chi ha già iniziato, come Dario Loison che propone una serie di colombe dove, come suo classico, la confezione è di quelle che meritano l’acquisto. I gusti: niente voli pindarici(parlando di colombe sembra davvero il minimo!) ma sapori precisi e corretti, a partire dalla colomba classica, per passare poi alla nocciolata alla pesca, che diventa il giusto ritrovo per i golosi che non vogliono eccedere ma devono soddisfare piaceri reconditi. Infine, intrigante e primaverile quella al mandarino, nache se non mancano altri gusti che fanno tanto bella stagione, come quella al Prosecco e al limone. Insomma, si può avvantaggiarsi, prima di Pasqua, il materiale non manca!

 

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. la colomba? mai piaciuta….de gustibus…si dice degustibus…boooooooo insomma non ci vado pazzo….quei fiocchi dolci di zucchero (che non amo) mi allappano il palato……………..la pastiera invece la adoro….