La notizia di oggi di tutti i quotidiani fiorentini è il sequestro di 94 kg di carne congelata a Dario Cecchini. Repubblica Firenze dedica addirittura l’apertura. Il vate della bistecca, come viene descritto dalla giornalista, si difende affermando che quella carne non era destinata alla vendita ma veniva donata a persone bisognose, citando conventi di suore e centri di assistenza. Nel dettaglio del verbale si parla di 81 kg di carne di manzo spagnola, 3 kg di pollo, 5 chili di cotenna di maiale e 5 kg di carne suina. Conoscendo Dario, credo proprio che il suo sia stato un atto di ingenuità, troppo evidente il congelatore presente nel magazzino per cercare di voler nascondere qualcosa. Certo però che dispiace

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 Commenti

  1. a volte anzi spesso per motivi anche folcloristici si tende ad osannare personaggi-ristoranti ed affini. Sarebbe ora di essere più attenti e di non fermarsi in bottega ma spulciare nel retrobbottega e circostanziare con adeguatezza punteggi e giudizi. Il caso Cecchini è spiacevole… e mi fa riflettere. Chi ha lavorato dietro i banconi o sui fornelli ne ha viste di cotte e di crude… ma l’opinione pubblica e a volte il giornalismo enogastronomico spesso si ferma all’apparenza. Quindi altra stangata… spiacevole!!! alla gente poi vai a raccontargli il concetto di qualità e garanzia di sistema
    Hasta dal marmiton marco

  2. Spiacevole, e ci si domanda ove sia la necessità di dare in pasto alla stampa simili cose… ma la privacy vale solo per le cazzate?

    Detto questo…
    ma tutta questa ”chianina” nata, allevata e macellata in Spagna???

    Sarebbe un discorso lungo… e doloroso per tanti… meglio far finta di nulla…
    ciao,
    claudio

  3. tre osservazioni:
    1) il “vippismo” tutto italico che prima gonfia mediaticamente i personaggi e poi li divora come una mantide godendo di ogni caduta di ogni divo. ma qui occorre dire che gli eccessi esibizionistici espongono a questi rischi.
    2) il “tafazzismo” ancor più italico che fa si che diamo in pasto al mondo con grande clamore autolesionistico ogni cazzata che possa danneggiare quel poco che ci resta di credibilità per il turismo e il commercio made in Italy. Se andaste a vedere cosa c’è nei retrobottega di fior di ristoranti strombazzati all’estero, diventereste tutti asceti digiunatori.
    3) la vera tragedia del Cecchini, a mio parere, era che la carne era importata dalla Spagna, alla faccia della chianina!
    maurizio fava

  4. @marco
    Ti vedo in forma oggi:-))
    @maurizio
    Sul Vippismo hai ragione, negli ultimi anni Dario aveva infatti fatto un passo indietro soprattutto sulla televisione
    @andrea
    pensa se fossero state manze:-))))))))

  5. CAro Leo,
    inanzitutto un’abbraccio da me e da robe,
    riguardo a questa triste storia sono d’accordo che si dovrebbe andare a fondo della cosa, anch’io vedo probabile una negligenza che Dario pagherà a caro prezzo, in quanto ai giornalisti (?) che ricamano sopra alla storia stendo un velo pietoso, che la sua carne non fosse chianina penso che lo sapesse anche il più sfigato degli addetti ai lavori, ma la cosa triste è la figura di che tutto l’ambiente fa dando un’immagine di cialtroni taroccatori e inaffidabili commercianti, e questo francamente in questo momento mi sembra la peggior cosa.salutoni
    ste

  6. Vorrei portare la mia testimonianza in difesa di cecchini io sono campigiana dove il cecchini invia la carne in più al centro aiuto alla vita è vi posso assicurare che è tutto vero ciò che dice! quella carne che poi scaduta non è, perchè io personalmente l’ho mangiata ed è squisita ,dato che se è scaduta si vede subito dal colore è dal odore si è difeso dicendo che quella carne è buona perchè era congelata è può durare volendo anche un anno così mantenuta ed è vero mi chiedo perchè vogliono i mass media vogliono rovinare le persone che fanno del bene evviva il cecchini anche se non lo conosco personalmente sò per mia diretta esperienza che quello che dice è la verità