Quando ho portato mia madre in tv su Italia 7, emittente locale, per l’ultima puntata di “Aspettando il TG”, programma quotidiano di cucina, non mi aspettavao facesse un piatto insolito come le cozze con l’uovo. Sono un ricordo di quando andavamo a Follonoica in vacanza e che hanno, a mio avviso, qualche legame con le cozze all’elbana. Farle è semplicissimo: i mitili sono fatti aprire, quindi sgusciati a metà e filtrata l’acqua di cottura. Disposti di nuovo in teglia, con poca acqua, vengono fati riscaldare con peperoncino ed aglio, poi cosparsi di uova sbattute e parmigiano e il tutto viene fatto leggermente solidifcare. Spolverata di prezzemolo ed il gioco è fatto. Piatto appetitoso, economico, poco comune. Da abbinarci vino rosso o rosato

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 Commenti

  1. Praticamente è una frittata di cozze.. buona, l’ho fatta tante volte senza sapere che si chiamasse così.

    ps
    correggi il nome di Follonica, che così sembra il nome di una città paranoica 😀

  2. Le “cozze al tramonto” si chiamano così per il colore che assume la preparazione una volta ultimata…giallo, arancio, rosso, rosa…in mille sfumature, come un tramonto a Livorno…dove le cozze si chiamano “datteri” e “al tramonto”, si fanno come segue (almeno nella tradizione di casa mia).
    Teglia larga, olio, aglio, prezzemolo e soffriggere.Aggiungere pomodoro per fare una bella salsa dove andremo ad affogare le cozze che avremo prima aperto a crudo, lasciandole nel loro mezzo guscio.Niente sale.Al suo posto usiamo l’acqua che avremo raccolto aprendo le cozze stesse.Questa acqua salata la usiamo per il sugo e per insaporire le uova sbattute che cospargeremo sopra le mezze cozze “affogate”.Una smossa alla teglia, un coperchio e sorvegliare per 5 minuti…che non diventi una frittata!!!
    Si mangiano con le mani e si deve far attenzione …che i gusci restino ben puliti senza traccia di “datteri”, di sugo o di uovo!!