Sono in via d’estinzione come i koala? O resistono imperterriti alle mode, per essere utilizzati ancora di più per tappare bottiglie di grande o minor pregio?Ma una volta esaurita la loro funzione, sorge spontanea la domanda che dette il titolo ad un libro scritto da uno dei più famosi rivoluzionari: che fare?Usarli come i fagioli per riempire barattoli di vetro giganti e preparare un quiz per i clienti?Fare composizioni di arte contemporanea?Oppure…

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti

  1. l’uso che ne facevo finora (un uso da ignorante ahimé) era metterli in un barattolo di vetro e riempirlo di alcol..e poi belli imbevuti li usavo al posto della diavolina per accendere stufe e camino.. grazie Leo per aver sollevato la qestione. ora forse potrò destinarli ad un uso più inteligente

    @MGrazia. ottima indicazione. spero che accettino la mia richiesta di aderire al progetto. grazie

  2. io li riutilizzo per le altre bottiglie.
    Nel senso… molte bottiglie hanno il tappo di quel materiale orribile che dopo averlo stappato, nemmeno se accendi un cero a qualche santo riesci a ritapparlo per conservare la bottiglia. Ecco che riprendo il tappo della misura idonea al collo e cosi’ riesco a preservare per un’altra giornata il mio vino.