E passi se fosse il pancarrè del fornaio, il prosciutto cotto secondo le vecchie regole, la fontina vera: il toast di tanti bar è composto da spalla cotta della peggiore, simil edamer plastificato, pane infimo. Se lo si mangia in piedi, in mezzo alla folla, in un luogo pubblico dove non si conosce nessuno viene da piangere. Ci sono sistemi per renderlo più appetibile, e magari buono? Mission impossible temo..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 Commenti

  1. Il pane in cassetta è più grasso, con meno fibra, insomma molto peggiore del pane tradizionale…fatti un buon panino dai retta al marmiton

  2. In Portogallo fanno il “tosta mista”. Si tratta di un toast uguale uguale al nostro. Però, alla fine, viene ripassato in una padella con del burro e salato leggermente.
    A Coimbra è un must