Spero che sarete in tanti ad affollare il teatro quella sera anche se, lo confesso, a pensarci lo stomaco si attorciglia. L’esordio in un teatro grande deve far paura, altrimenti sarei un incosciente: devo dire grazie a Maria Cassi e a Fabio Picchi, che hanno creduto nel sottoscritto quando gli paventai l’idea di un monologo e mi fecero esordire al Teatro del Sale. Da lì sono nati anche “Confessioni di un critico enogastronomico” e “Volevo diventare pasticcere” che tra poco sarà messo di nuovo in scena. La serata si svolge durante TASTE ed è parte del programma denominato “Fuori di Taste”. Sto lavorando al testo, che sarà leggermente rinnovato, ma anche un po’ alla sceneggiatura..insomma, lo confesso, la paura monta. Ditelo ai vostri amici e cerchiamo di essere in tanti quella sera!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. Mi sarebbe davvero piaciuto poter assistere a questo spettacolo, ma purtroppo, causa impegni già presi, mi sarà IMPOSSIBILE !!
    Non vorresti però riproporlo nella patria del Veridcchio?