Non so se vi ricordate quanto scritto alcuni giorni fa riguardo alla ricerca fatta su un gruppo di donne del Chianti sugli effetti benefici del vino riguardo alla vita sessuale. Oggi andiamo oltre ed il vino, come recita il comunicato stampa redatto dagli organi competenti, entra ufficialmente negli ospedali fiorentini aderenti alla ricerca quale coadiuvante per tutte le malattie che riguardano la sfera sessuale. In particolare, le donne affette da frigidità ed altre patologie similari avranno l’inserimento, nella dieta giornaliera, di almeno un bicchiere di vino a pasto. La ricerca, prosegue il comunicato, ha attestato che determinati vini riescono a fornire risultati positivi in breve tempo: si tratta di Amarone e Brunello in particolare, ma buoni risultati sono derivatianche dall’assunzione di Morellino di Scansano e Chianti Classico. I risultati della sperimentazione, alla quale i sottoporranno un gruppo di 50 donne do età variabile dai 22 ai 54 anni, saranno resi noti nel mese di ottobre.

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 Commenti

  1. Dopo tantissimi tentativi andati a vuoto, finalmente ero riuscito ad invitare a cena (casa mia….ai tempi ero single) una mia amica …che mi piaceva da morire…
    Sognavo da tempo di giocarmi la “chance” di prenderla x la gola….per poi sperare…!
    Ovviamente alla base c’era una grande simpatia reciproca….
    La mia amica, pero’ aveva messo come regola (della cena), il totale divieto di bevande alcoliche (tipo odierni divieti da stadio) , in quanto le bastava soltanto un goccetto per perdere il controllo di se stessa…(sua affermazione…..poi svelatasi verissima!!!)…..
    Ovviamente, da vero gentiluomo bandii il vino dalla tavola……triplo sic…!!!!
    A fine pasto, giocai il mio asso nella manica (e’ golosissima)..uno strepitoso vassoio di dolci…e “ricattandola”, accompagnai la degustazione dei dolci con una bottiglia di champagne…..e galeotta fu la bottiglia!!!
    Beh….non posso raccontare il dopo,posso soltanto dire, che fanno benissimo a fare una ricerca sugli effetti benefici del vino nella sfera sessuale, e che per alcuni giorni sembravo uno che aveva litigato con una decina di gatti (graffi)…nonostante il tepore primaverile giravo con i maglioncini a collo alto…..utilissimi per celare gli evidenti segni sul collo.

    Purtroppo la mia esperienza non e’ stata fatta con i citati vini rossi..cercherò di porre rimedio.

  2. Leonardo, noto che a questo post rispondono solo i maschietti…ed allora da donna vorrei precisare che si, un Buon vino puo’ anche giocare la sua buona carta…ma, ragazzi, il grosso lo fa il fascino maschile…che se c’è c’è…se non c’è…beh…non c’è vino che possa rimediare!! No? 😉
    Grazia

  3. Leonardo gia mi immagino quando si spargera’ la voce tutti i vari latinlover che girano col fiaschetto in macchina pronto all’uso per far edere anche le donne piu’ restie!!!! Comunque che il fino facesse bene a tante cose…soprattutto al buonumore lo si sapeva…questa scoperta e’ strana…ma di certo molto ben accetta!!! eheheheh

  4. pensi che gli ospedali dovranno dotarsi di apposite cantine?
    o meglio di un sommelier in reparto..
    io amo i progressi della scienza
    sabrina