“Bisognino fa trottar la vecchia” dice un antico proverbio toscano, ma anche “La fame aguzza l’ingegno” è un altro detto diffuso, e questo potrebbe essere particolarmente adatto alle ricette che farò nel periodo di detox. Tutte ricette senza grassi aggiunti, e partiamo da un ingrediente tipicamente estivo come il cetriolo.

pexels-alena-darmel-7223312 Nella cucina tradizionale viene utilizzato quale componente delle insalate miste, ed un posto di riguardo lo trova nella panzanella toscana, con pomodori, basilico e cipolla. Altrimenti viene impiegato nel gazpacho, frullato insieme a pomodori e peperoni, o anche nella salsa di yogurt per accompagnare magari delle carni grigliate di agnello. Un’idea alternativa è quella di grigliarli, operazione semplice, ma che dovendo farla senza olio, ha bisogno di avere qualche accortezza.

pexels-karolina-grabowska-4203057Calcolando un cetriolo di medie dimensioni a testa, lo si sbuccia completamente: ricordatevi che non c’è nessun motivo per togliere una parte della cima e sfregarla sul resto per togliere l’amaro: classica leggenda metropolitana, come potete leggere qui. Tagliate il cetriolo a fette lunghe per poi dividerle a metà, salatele e lasciatele a riposo per almeno mezz’ora. Togliete le fette dal liquido prodotto, asciugatele e mettetele a cuocere in una griglia ben calda, dopo aver passato un po’ di acqua in superficie. Devono cuocere in maniera violenta da ambo le parti quindi disponete i cetrioli nel piatto, conditeli con della cipollina fresca tritata mescolata a prezzemolo, pepe verde schiacciato e succo di limone. Da mangiare senza pane ovviamente!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento