Se lo conosci non lo eviti, anzi, lo frequenti volentieri! Mai conosciuto prima di lunedì, Cesare, eppure ne avevo sentito parlare spesso. Il suo locale di Albaretto Torre, vicino ad Alba, denominato i Cacciatori, aveva fatto storia, tanto da conquistare le prime pagine del NYT. Averlo inserito tra i primi dieci ristoranti del mondo aveva fatto storcere il naso a qualche critico nostrano, ma tant’è, Cesare non è certo il tipo che si monta la testa, amante della buona cucina, ma anche della vita in tutte le sue espressioni. Ora ha trovato il suo “Buen retiro” a Fontanafredda, grazie a Oscar Farinetti, che lo ha accolto nella casa che fu della “Bella Rosina”, dove opera direttamente in sala, con una cucina a vista bella e impossibile. Questo il menu della serata

Sarset al profumo di bagna caoda(soncino con una salsa che ricorda da vicino la bagna caoda)
Coda di rospo al Pradalupo(Arneis Aziendale)
Asparagi alla mediterranea con fragole( Freschi e profumati)
Filangè di trippa con crema Parmantier(crema di patate)

Risotto alla “Cardinale”(con pomodoro)
Zuppa di cipolle

Capretto allo spiedo con contorno di carciofi(da urlo)

Sorbetto di ananas con salsa di pomodoro e menta(trasgressiva)
Bunèt ed Maria d’Lipinet

Il menu degustazione costa 90 euro escluso vini. Tra tutti i vini assaggiati, si staccano, per motivi completamente diversi, il Barolo Riserva 2000, ottenuto dall’assemblaggio dei cru di Fontanafredda, e l’Asti Spumante Galarej, ottenuto dalla fermentazione ancestrale. Poi vi racconterò del Bosco dei Pensieri..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. […] Cesare Giaccone a Fontanafredda Se lo conosci non lo eviti, anzi, lo frequenti volentieri! Mai conosciuto prima di lunedì, Cesare, eppure ne avevo sentito parlare spesso. Il suo locale di Albaretto Torre, vicino ad Alba, denominato i Cacciatori, aveva fatto storia, tanto da conquistare le prime pagine del NYT. blog: Quinto quarto | leggi l'articolo […]