Sembra un destino ma, volente o nolente, ogni tanto ritorno ad indossare i panni del cuoco. Sembra quasi una nemesi dei veri chef: “vieni ogni tanto a sudare anche tu, a capire cosa vuol dire passare ore ed ore in cucina prima di giudicare.” mi sembra quasi di sentir dire… In effetti, ho sempre ben presente la fatica che fa chi lavora ai fornelli, e giudico di conseguenza, cercando sempre di immedesimarmi. Domani non sarà una passeggiata circa 150 persone da mettere in tavola non sono uno scherzo. Il menu…di sicuro pesce, ma devo reinventare vari piatti, che sono stati pensati da chi doveva essere in cucina, ma che sarà bene che io interpreti in modo strettamente personale, onde evitare figuracce. L’adrenalina sta già viaggiando a gonfie vele. appuntamento a domani per chi ci sarà!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento