La Galleria Vittorio Emanuele II progettata dall’architetto Giuseppe Mengoni, penso sia una delle strutture architettoniche neorinascimentali che meglio rappresentano l’eleganza, lo stile e la classe del salotto buono di Milano fra piazza della Scala e Piazza del Duomo.

Un contesto ideale  per accogliere il ristorante di Carlo Cracco.

Carlo Cracco

Ottima l’idea di aver creato un locale polivalente che dà l’opportunità alla clientela di poterne godere tutta la giornata.

Pian terreno dedicato al bar, con splendido bancone ottocentesco e  colazioni già dalla mattina,
proseguendo tramite uno storico ascensore si sale al primo piano dove si trova il ristorante gourmet, continuando poi al secondo piano con una sala eventi dedicata ,mentre al piano seminterrato è ubicata la cantina che accoglie più di 2.000 etichette.

Ho pranzato presso il ristornate sito al primo piano in un ambiente che ho trovato elegante e raffinato da cui è possibile godere di una stupenda  vista sui decori della galleria.

Tavolo con vista Cracco

Per quanto concerne la cucina è possibile scegliere fra un menu alla carta che racchiude al suo interno sia piatti della tradizione milanese (in primis riso mantecato allo zafferano con midollo alla piastra o vitello alla milanese) sia piatti innovativi dove la continua ricerca e studio dello chef trovano la sua massima espressione.

Non ho auvro dubbi nel provare il menu degustazione composto da 12 portate

Partendo da un suo piatto iconico che porterò sempre con me come ricordo data la bontà :

Insalata Russa Caramellata

Insalata russa caramellata

Passando da altri  antipasti  come bombolone alle alghe e ricci di mare, sea salad world tour gambero viola di S. Margherita ligure croccante e funghi
Arriviamo al secondo primo piatto che mi ha particolarmente colpito:

Spaghettone tiepido ristretto di pesce alla brace sedano e pomodoro allo zenzero

Spaghetti con ristretto di pesce Cracco

Per concludere la parte salata nel migliore dei modi con una crema di mandorle al sentore di affumicato, prezzemolo bollito e midollo di vitello fondente.

Crema di mandorle affumicata

Per quanto concerne la scelta dei vini da abbinare mi sono affidato nonostante la  bella “bibbia” dei vini presente, agli ottimi consigli del sommelier Gianluca Sanso, che ringrazio anche per l’interessante visita post pranzo nella  cantina posta al piano inferiore.

Cantina Cracco

Ho girato  a lungo l’Italia e conosciuto molte persone nell’ambito dell’enogastronomia e devo  confessare che Carlo Cracco è una delle persone che più mi ha più colpito positivamente a livello umano .

Oltre ad essere uno dei migliori chef in circolazione, l’ho trovato disponibile, con il  quale parlare e confrontarsi sui più svariati argomenti.

Bella anche l’esperienza il giorno successivo da  “Carlo al Naviglio”, dove lo chef Luca Pedata sta seguendo in maniera egregia le sue orme, con il restaurant manager Enrico Ottaviano a dirigere la sala

Menù degustazione 12 portate 195 euro

Alla carta:

Antipasti 45-60 euro

Primi 45-48 euro

Secondi 46-60 euro

Selezione di formaggi italiani 36 euro

Dessert 38-50

Ristorante Cracco in galleria

Corso Vittorio Emanuele II ,20121 Milanotelefono:02876774  mail:i info@ristorantecracco.it

 

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento