Il fascino della maturità le apparteneva, lo capiva da vari elementi: le si avvicinavano uomini di tutte le età, anche giovani, indubbiamente, ed erano quelli che la desideravano solo a letto, ma era comprensibile, vista la giovinezza e gli ormoni in circolo. Capiva che per loro era rassicurante, che nel momento di debolezza sarebbe stata rigenerante, avrebbe dato loro fiducia, dall’alto della sua esperienza. Il contatto con gli uomini maturi era forse più consueto, seguiva regole conosciute, ma insomma, c’era chi preferiva procedere poco per volta e chi invece, rimasto ancorato al passato, cercava tutto e subito. Non poteva negare, comunque, che il fascino sulle donne era rimasto immutato negli anni, la cercavano e la desideravano sempre e lei, a onor del vero, si concedeva senza requie, contenta delle innumerevoli richieste…riflessioni di una tazza di camomilla..

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento