A due passi da Ponte Vecchio, un nome doveva  ricordare l’attività che caratterizza il luogo: il Caffè dell’Oro è l’ultima creazione del gruppo Ferragamo, che dimostra come sia sempre più interessato al settore alberghiero e della ristorazione.. Dove prima esistevano le Lungarno Suites e un negozio, si trova ora l’albergo Portrait Firenze e questo locale che si caratterizza per un servizio che si protrae dal mattino alle 730 fino alle 24, con la cucina sempre aperta . La nuova apertura coincide con  l’arrivo di Peter Brunel, a capo di tutto il settore Food and Beverage del gruppo; chef con molte esperienze in giro per l’Italia,una delle quali anche in Toscana, passata un po’ in sordina, che si rilancia dal mese di luglio prendendo le redini di un gruppo dove si trovano eccellenze quali il BSJ. Il posto ha grande fascino, una volta entrati sembra quasi di essere sul set di un film americano, ed infatti l’approccio del personale è direttamente in inglese: la carta ricorda quella di un bistrot, variegata, dove sono comprese insalate e panini, ma che comprende anche una bistecca selezionata da Dario Cecchini, disponibile a tutte le ore del giorno. Molto piacevole, per iniziare, il Culatello di Zibello proposto con diverse varietà di pane. Peccato scoprire solo al momento dell’ordinazione che alcuni piatti mancano . Molto basic, le pennette alla farina di farro con ortaggi e verdure di stagione, sufficientemente morbido il polpo grigliato, di buona fattura;  peccato sia servito freddo, il maiale  di Cinta senese con ristretto al Chianti, altrimenti morbido e saporito. Si chiude con un tiramisu con cantuccini e Vin Santo azzeccato nell’alternarsi di consistenze. Carta dei vini che comprende etichette affermate ed una sezione dedicata ai vini naturali. Servizio cortese ma da mettere a punto. Due portate sui 45 euro ma qui si viene anche per mangiare un solo piatto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti

  1. avranno le posate da pesce? ho preso il branzino ma non me lo hanno servito con il coltello adatto e il piattino del pane è stato messo alla mia destra. sono molto gentili ma serve più attenzione.

  2. l’attenzione dovrebbe essere da parte di chi seleziona il personale e di chi lo forma prima di mandarlo allo sbaraglio in sala a contatto con clienti diversi dal solito cliente di firenze.