A leggere il resoconto di “Repubblica” sull’affaire della P3, saltano fuori i regali fatti ai giudici durante un soggiorno a Fort Village, in Sardegna. E tra le altre cose, viene citato il “Bue Apis”, aglianico del Taburno, del quale è stato fatto oggetto di un gentile presente un avvocato dello Stato. Una volta erano bottiglie di Champagne, per i più esperti si cercava in Francia tra i grandi chateaux bordolesi, si arrivava anche a grandi distillati scozzesi ma oggi, complice la crescita di qualità del settore vinicolo italiano, ecco che si sceglie un’etichetta italiana..chi stava meglio?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. ciao volevo solo dirti che sono affascinato dalla tua professionalità quando, da profano, guardo il programma al quale partecipi su La7. complimenti davvero. mi piacerebbe partecipare al programma per scambiare chiacchere.