Ci siamo, i magazzini sono vuoti, frutta e verdura iniziano a scarseggiare sui banchi dei mercati e degli ortolani, tra poco sarà il turno di latticini e pesce e, solo in seguito, di carne e affini. Che fare? Invece di farsi prendere dal panico meglio cominciare a riscoprire il piacere della casa, la sobrietà(parola molto in uso al momento!) della dispensa, il piacere di fare da mangiare con quello che si trova negli scaffali della cucina. Basti pensare al concentrato di pomodoro, che colora e insaporisce zuppe e stufati, ai legumi che, oltre che essere consumati al naturale, diventano ingredienti di minestre che, insieme alla pasta, possono diventare un piatto unico. E le scatolette? Bandite quelle di carne in scatola, ma il tonno servito con fagioli e cipolle dove lo mettiamo? Una frittata con lo stesso ce la facciamo mancare? Sottoli e sottaceti completeranno il fiero pasto , prima di prepararsi ai dolci secchi, come biscotti di frutta secca ed essiccata. In questa situazione, magari si riscopre anche il piacere di un bicchierino di grappa, altra desaparecida delle nostre serate invernali. ALtre ricette?

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento

  1. te la do’ io una ricetta buona anche se persiste lo sciopero dei tir:
    Verza o cappuccio con mailae che si trova
    Cercate una bella piaggia con qualche orto non troppo professionale, assicuratevi che non vi veda nessuno e entrate di soppiatto nell’orto, rubate una palla di verza o di cavolo cappuccio, state pero’ attenti di non creare ulteriori danni all’orto saccheggiato, no se lo meriterebbe.
    Arrivati a casa mettetee a bagno la verza e cercate qualcuno che ha ammazzato un maiale per uso casalingo e che vi puo’ regalaare 6 salsicce, bucatele e passatele per 10′ in una padella antiaderente, poi levatele dal fuoco e fatele raffreddare.
    Taqgliare poi 3 cipolle a fettine sottili e farle andare per qualche minuto, aggiungere poi la verza e cuocere poi a fuoco dolcissimo per 20′ minuti aggiungere la salsiccia e cuocere per un’ora, spoolvrare con pecorino serio e passare 3 in forno, servire con un pane degno di tale nome …