Sarà che ultimamente la birra sta diventando ben più che una passione, sta di fatto che le notizie ch la riguardano mi stanno interessando sempre di più: questa che arriva dalla Palestina va oltre l’aspetto organolettico: è la storia di un birrificio nato in Cisgiordania, territorio non certo facile per intraprendere un’attività economica, dove da vent’anni si producono varie tipologie di birra, grazie all’intraprendenza della famiglia Khoury che, a metà degli anni Novanta, ha deciso di provare una nuova avventura, complice il clima più tranquillo che si era creato nei territori, grazie agli accordidi Oslo. Malgrado la storia abbia poi cambiato il suo corso, la produzione di birra non si è fermata, l’esportazione è cresciuta, coinvolgendo oltre l’Europa, il Giappone ed ora,il prossimo obiettivo è il Nord AMerica. Il nome della birra è quello del paese nel quale ha sede l’azienda, e si chiama Taybeh, che significa “Delizia”. A ottobre poi si celebra una “Oktoberfest” locale, che serve a finanziare scuole e ospedali. Manca solo una valutazione organolettica oggettiva, per capirne le reali qualità.. Credits birranotizie.blogspot.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento