Ristorante Galleria di Arte ed Artigianato in Oltrarno a Firenze.

atelier de NerliUn ristorante che si presenta in questo modo crea molta aspettativa: se poi si trova in uno dei quartieri che la stampa americana considera tra i più affascinanti del globo terracqueo, la curiosità si fa notevole.Ideatore del locale è Daniele Cavalli, figlio dello stilista Roberto, che lo definisce luogo di cultura e di arte: in effetti, tutto quello che costituisce l’arredamento è acquistabile, prodotto da alcuni degli artigiani rimasti nel quartiere. DI sicuro si rimane colpiti a vedere l’insieme: i colori sono accesi, i divanetti non comuni, gli specchi creano atmosfera, soprattutto la sera. Il ristorante è aperto anche a pranzo, con una lista delle vivande ridotta.

La sera invece si propone una cucina di ampio respiro, con piatti classici. Piacevole la suddivisione del menu, con uno spazio importante lasciato alle uova e alle verdure di stagione. Poi cucina toscana, alternata a piatti creativi, dove il pesce trova la sua importanza.

inziminoLa parte del servizio sarà la meno felice: non tanto per la cameriera, volenterosa e gentile, a volte quasi premurosa, ma per la mancanza di una direzione di sala, che faccia attenzione ai particolari. Inutile avere una carta dei vini curiosa e invitante se solo alla terza scelta la bottiglia non è esaurita. Inutile avere un ambiente che vuole essere curato e riservato se si mettono a sedere tavolate rumorose e affollate, che impediscono una normale conversazione. L’idea che viene fuori è quella di un club, dove l’amico socio si comporta come a casa e il titolare segue la tendenza, scordandosi degli altri clienti.

Il cuore di lattuga con insalata di mazzancolle, avocado e mentuccia fresca è gustoso, invitante e ben calibrato. I ravioli di cavolo nero su fonduta di cavolfiore con  pinoli e timo sono ben equilibrati, saporiti al punto giusto, peccato per i pinoli non tostati che impastano il tutto.. Di tradizione rispettata e quindi ben fatte, le seppioline inzimino con crostone al rosmarino. Le mazzancolle di Mazara del Vallo al guazzetto, appena poco bilanciate nella dolcezza e quindi stucchevoli, non erano in guazzetto ma asciutte. Buona la pera al forno, semplice e perfetta anche a livello aromatico.

pera al fornoMolta cura nella parte estetica del ristorante, lo stesso menu presentato su carta pregiata, cambiato rispetto all’apertura, insomma, più un museo che una galleria. Ma il fattore umano è quello su cui investire di più.

 ANTIPASTI 16 24 euro UOVA 16 22 euro VERDURE 8 16 euro PRIMI PIATTI 18 26 euro CARNE E PESCE 26 32 euro DOLCI 10 euro

Atelier de Nerli  Piazza dei Nerli n°11, Firenze. Tel. 055 760 2982Chiuso il lunedì

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento