L’immagine del cuoco tranquillo e felice: è quelo che dà Sergio, lo chef dei secondi del programma “Chef per un giorno”. In questo momento lo si vede anche a “Chef Academy”, il corso di cucina in DVD edito con Repubblica. Una vita passata tra le cucine di mezza Italia, oggi insegnante in Piemonte ma trovarlo fermo è n vero miracolo. Per seguirlo nelle sue attività. basta collegarsi al suo sito, altrimenti lo trovate venerdì 16 alle 18, sempre a “Degustibooks” per il food show. Non mancate!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

8 Commenti

  1. Food Show già prenotato…peccato che se ne possono scegliere due soli quest’anno…lo so che è per far partecipare più persone….ma è stata dura scegliere quale fare….tutti molto interessanti….

  2. Dovendo fare solamente due scelte (ma in realtà si può sempre sempre provare lì per lì alla manifestazione a vedere se c’è ancora posto) purtroppo ho rinunciato a degustare i risultati dei Food Show a favore di altri due eventi. Ma i Food Show verrò comunque a vederli tutti quanti, come ho fatto l’anno scorso…
    Ma non c’è soltanto Sergio Maria a rappresentare Chef Per Un Giorno: giovedì 15 infatti c’è pure Velia De Angelis.
    E i giorni successivi, Arturo Dori, Filippo La Mantia e Italo Bassi… insomma un gran bel Food Show ogni giorno! 🙂

  3. @ Arturo……………….mah….il food show del sabato….dice che c’è uno chef appassionato di selvaggina con piuma…vuoi vedere che ci propone qualche muffin di fagiano al vinsanto….. ? 😉

  4. @Leonardo… è vero: leggo poco 🙂

    @Arturo… devo darti una brutta notizia: il tuo food-show coincide con Juventus-Fiorentina… probabilmente il pubblico di DeGustiBooks non è lo stesso che sta in casa a vedere la partita sulla pay-tv ma… 🙁

  5. AHahAH…ma forse le donne sono quelle più capaci
    ( a parte rare eccezioni) di capire gli stati d’animo anche di chi ha cucinato un piatto, voglio dire:sanno distinguere se un piatto è stato cucinato con amore e passione…quella passione che qualcuno preferisce dedicare ad una squadra di calcio, qualcuno o qualcuna può essere in grado di trasmetterla in cucina! E tutto questo è sorprendentemente bello!

    Il cibo è passione, sensibilità ed arte e come tale va rappresentato, credo…