Ricorre il centesimo anniversario della morte di Pellegrino Artusi, esattamente il 30 marzo 2011 ed ho deciso di ricordare l’evento con una camminata da Forlimpopoli a Firenze, sulla statale 67, che qualche anno fa percorsi in via virtuale e gastronomica. L’ho definito un pellegrinaggio laico, perché ho intenzione di ripercorrere quei luoghi  che hanno caratterizzato la vista di un personaggio che, volenti o nolenti, ha fatto l’Unità di Italia a tavola. Sono circa 120 km, 20 al giorno se lo distribuisco in 6 giorni, con soste che dovranno essere gioco forza mangerecce, anche per capire cosa è restato, nelle varie trattorie, delle ricette elencate nel libro “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”(a 120 anni dalla pubblicazione!) Sarà l’occasione di parlare con le alcuni studiosi, di documentare tutto il viaggio attraverso i moderni sistemi di comunicazione(aspettatevi un largo utilizzo di Twitter , Facebook e questo blog), ma se ci riesco, anche a fare un documentario televisivo. Insomma sto stilando il progetto, può darsi che debba concentrare tutto i 4 giorni(30 al giorno non sarebbe una brutta prova!), in ogni caso chi vuole dare consigli utili sono sempre bene accetti!!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 Commenti

  1. Bella iniziativa ! Aggregarsi? Per Stefania: Artusi partì dalla natia Forlimpoli (all’epoca la provincia di Firenze era a un tiro di schioppo, per intendersi quella era la Romagna toscana) per approdare e vivere a Firenze. Credo che Leonardo voglia giustamente fare lo stesso percorso per storicizzare correttamente l’iniziativa.

  2. […] recenti Fulvio su Artusi: per il centenario della morte, pellegrinaggio del sottoscritto da Forlimpopoli a Firenzeconsumazioneobbligatoria su Artusi: per il centenario della morte, pellegrinaggio del sottoscritto […]

  3. vengo anch’io e siamo in tre..la val di sieve aderisce in massa!-))
    @ stefano: ma poi chi lo organizza il punto di ristoro a pontassieve? vorrai mica che tirino dritto fino a firenze..

  4. […] Potrebbe essere una sosta  gastronomica nel pellegrinaggio da Forlimpopoli a Firenze, in onore dell’Artusi, indotto dal critico gastronomico Romanelli nel suo blog. […]