Erano anni che ci passavo davanti, sulla strada che da Firenze porta a Pontassieve e la Rufina, e tutte le volte mi chiedevo come era possibile che potesse lavorare un locale così brutto, da un punto di vista estetico: lo ammetto, non mi piace, direttamente sulla strada, inserito in un palazzo ne’ antico ne’ moderno, con tutte le vetrate che ti fanno sentire tanto merce esposta, ed un’insegna che grida vendetta da quanto è desueta. Supero la ritrosia e guardo il menu: si va a mangiare ovviamente l’arrosto girato, che si ordina a numero di pezzi, al costo di 2 euro cadauno: geniale! Bancone con dietro il girarrosto, la sala grande dell’entrata e poi delle scale che conducono ad un’altra sala, sempre grande e con i tavoli ben attaccati. Mi piace osservare i personaggi seduti, dai pensionati agli operai, passando per soggetti bizzarri in libera uscita, come quello che non si toglie il cappello durante il pranzo. Il cameriere non porta il menu, lo recita a voce, tanto i prezzi sono uguali per le portate, eccetto la bistecca ovviamente. Provo timidamente a chiedere una carta dei vini,mi guarda tra lo stupito e lo scocciato, dicendo che il loro vino della casa è buono e che nessuno lo ha mai rifiutato. Capisco l’antifona e non replico: affettati misti e crostini sono corretti, così come i ravioli burro e salvia con un tocco gentile di noce moscata: In pratica, non regalano emozioni straordinarie ma sono piacevoli. L’arrosto girato è indubbiamente ben fatto: fegatelli di maiale morbidi ma ben cotti all’interno, salsicce gustose senza essere asciutte, pollo croccante. Peccato per delle patate arrosto semi bollite, molto insignificanti. Per pranzo, un’esperienza da fare, a 20 euro escluso vini per tre portate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 Commenti

  1. Ci sono stato oggi a pranzo, mi ci ha portato un cliente di Pontassieve.

    Abbiamo mangiato un misto di arrosto con bistecca alla fiorentina con contorno di patatine e verdure miste fritte, tutto per tre persone

    mezzo litro di vino della casa (meglio di tanti altri vini della casa) e due bottiglie di acqua minerale.

    Le carni erano veramente buone, cotte bene e saporite, la bistecca buona (costa 35€ al Kg), la frittura notevole soprattutto le verdure che mi aspettavo grondanti olio ed invece erano asciutte e gustose.

    Il conto è venuto 45€ da dividere per TRE!