Non è facile trovare accordi in Toscana, bisogna ammetterlo: è una terra nella quale emerge forte il personalismo e la storia è sempre lì a dimostrarlo. Se ci si ricorda di Guelfi e Ghibellini, i primi dopo aver vinto pensarono bene di suddividersi di nuovo, tanto per non sbagliare: trasportando il tutto nel mondo del vino, ecco che i vari consorzi presenti in regione hanno sempre fatto una politica di promozione disgiunta, ma quest’anno qualcosa si muove. Toscana Promozione, l’agenzia che organizza gli eventi per la Toscana in campo agroalimentare ha affiancato al BuyWine, la fiera che permette l’incontro tra importatori ed aziende vinicole, l’anteprima delle nuove annate, con il Chianti protagonista. tanti produttori con il loro stand e poi il banco di assaggio suddiviso nei vari consorzi, da quello di Bolgheri a quello del Morellino di Scansano, passando per la nuova Doc del Valdarno di Sopra, quella di Cortona, ma anche l’isola d’Elba, il consorzio di Carmignano, quello della Val di Cornia ed il Montecucco. Il ruolo principale viene rivestito dal Chianti, ma sono presenti e ben riconoscibili le sottozone che sono riunite in un consorzio come il Colli Senesi, il Colli Fiorentini e la Rufina. Presente poi un banco di assaggio per giornalisti, dove è possibile assaggiare le anteprime delle nuove annate, ovvero 2013 o 2012 per l’annata, a seconda del disciplinare di produzione ed il 2011 per la Riserva. Da domani si passa poi alle altre DOCG toscane, dalla Vernaccia di San Gimignano al Chianti Classico, per finire poi con il Nobile di Montepulciano ed il Brunello di Montalcino. Sarà una settimana di spiriti divini Credits winenews.it

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento