Mi sentivo emozionato come uno scolaretto, a guardare stamani la gara di marcia dei Campionati Europei: d’altronde, 10 anni passati a faticare sulle vie di Firenze non si dimenticano facilmente. La rabbia nell’ascoltare il telecronista è stata forte: un secondo posto commentato come se fosse arrivato “esimo”. Ma come, in atletica non ci fosse la marcia, ed Alex in particolare, a portare medaglie, staremmo con un medagliere desolatamente vuoto, e il buon Bragagna che parla di “delusione”..ma fammi il piacere, intanto saluta con piacere la prima medaglia e poi ricorda che non è esattamente la specialità di Alex, che è stato campione olimpico sulla 50 km..Auguri per la prossima, tra pochi giorni!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento