Una bella esperienza, carica di emozioni, passioni, ricordi che ho il piacere di raccontare è quella legata ad un giovane chef Marco Apicella classe 83 originario di Tremonti (Costiera Amalfitana) che ad oggi è l’executive del ristorante di famiglia “Al Peschereccio” nel cuore della Brianza esattamente a Vedano Olona.

 

Ristorante Al PeschereccioÈ qui, all’interno del verde parco Spech, lontano dal mare della sua costiera propone con ottimi risultati una cucina prettamente di mare.Bella storia di attaccamento e riconoscenza alla famiglia, quella dimostrata da Marco tornato alla guida del ristorante natio, dopo le varie esperienze formative che lo avevano portato lontano dal nido familiare dove fin dalla più tenera età imparava ad amare la cucina  dalla mamma.

Seppur giovane, è molto vario il suo bagaglio formativo che inizia dopo essersi diplomato con il farsi le “ossa” prima con uno stage presso il Grand Hotel Tremezzo, sulle sponde del Lago di Como, sotto lo chef Osvaldo Presazzi da cui guardandolo lavorare, ha giurato a se stesso che sarebbe diventato grande come lui,
poi altra bella esperienza è stata quella alla corte di Davide Caranchini a Materia ove Marco ha appreso tecniche e note gustative di cui fino ad allora aveva solo letto per poi per finire, lasciata la provincia di Como, a Milano iniziando sotto la guida di Elio Sironi al Ristorante Ceresio7 dove ha imparato le basi sulla cucina italiana contemporanea con elementi della cucina francese, spagnola e giapponese.

Ora quindi trasmette ai commensali le sue idee, utilizzando le conoscenze accumulate negli anni di attività, pur nel rispetto delle sue origini e tradizioni:il suo obiettivo primario è proprio quello di trasmettere emozioni e ricordi attraverso la valorizzazione del suo ambiente.

Si definisce “un cuoco che ama rivisitare le ricette della sua infanzia con un occhio al futuro con un’attenzione maniacale agli ingredienti ”che il più delle volte provengono da produttori locali

La sua cucina è molto essenziale, prendendo spunto ed ispirazione dalla cucina delle sue origini campane dandogli però quel tocco di creatività che ci vuole oggigiorno. Piatti all’apparenza semplici ma che in realtà dimostrano passione, cuore ed emozione oltre che ovviamente ad una grande tecnica.

Marco è una persona umile, davanti a complimenti o paragoni vari afferma con fermezza che la sua cucina non è ancora ben definita, essendo ancora in continuo sviluppo, partendo dagli errori commessi… per ricominciare da capo.

Grande soddisfazione è stata quella di essere stato designato, dopo un ‘attenta selezione da parte della scuola di cucina ALMA fra i 10 finalisti italiani del concorso S. Pellegrino Young Chef Academy Competition 2022-23 che, che culminerà a gennaio 2023 con l’elezione del vincitore italiano davanti alla giuria composta da Andrea Aprea, Donato Ascani, Giuseppe Iannotti, Jessica Rosval e Viviana Varese, che poi si misurerà rappresentando l’Italia nell’atto finale per vincere la S. Pellegrino Young Chef Academy Competition 2022-23 e stupire la Grand Jury composta da alcuni dei nomi più blasonati della gastronomia mondiale.

Passando nello specifico al menù della serata :

Ristorante Al Peschereccio

Salmone marinato, crema al basilico, terra al nero di seppia e olio al carbone.
Terrina di rombo chiodato, scalogna sottaceto, emulsione al limone, grano saraceno e mizuna arrostita.
Tartare di tonno, melanzane confit, capperi di Pantelleria ed emulsione di nocciole vedanesi.
Foglia ostrica, spigola, cetriolo ed olio all’erba cipollina.

Ristorante Al Peschereccio

Triglia di scoglio ripiena, fumetto ai funghi porcini e olio alla verbena al limone.

Rristorante Al Peschereccio

Tubettoni rigati di Gragnano allo scarpariello di pesce, erbe di campo e polvere di lievito madre tostato.

rristorante Al Peschereccio

Rombo chiodato, zucchine, scarola campana contaminata e polvere di nocciole vedanesi.

Pak choi e gremolada alla alici di Cetara.

rRistorante Al Peschereccio

Percoche al vino rosso, brutti ma buoni e polvere di alloro.

rristorante Al Peschereccio

 

Per quanto concerne il locale in quanto tale invece non va di pari passo con la cucina proposta dallo chef sia come arredi che come struttura, diciamo in questo caso si è fermato il tempo….

rristorante Al Peschereccio

Magari un tocco di contemporaneità ed un restyling alla sala non starebbero male, anche per valorizzare e dare enfasi alle proposte gastronomiche dello chef: quantomeno dedicare una sala “gourmet” staccata ed indipendente dal resto del locale, che ad oggi prevede anche la presenza di un bel forno a legna regno di suo fratello.

Buona carta dei vini che presenta etichette locali sia nazionali che internazionali con un occhio particolare per le bollicine e a birre artigianali del varesotto.

In definitiva plauso a questo giovane chef che ama la sua famiglia ed il suo ristorante, essendo il risultato di tanti anni di sacrificio e di duro lavoro.

Antipasti: 13-16 Euro
Primi piatti:13- 15 Euro
Secondi piatti: 16-30 Euro
Dolci: 6- 7 Euro
Pizze 5(Classiche)-12,50(Speciali)

Al Peschereccio
Via San Pancrazio, 15
21040 Vedano Olona (VA)
Orari: Lunedì –Domenica 12-14,30 18,00-23,00
Mercoledì Chiuso
Contatti: telefono 0332-400173
info@ristorantealpeschereccio.com

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento