Nel consueto traffico cittadino, mi trovo a passare in via Guido Monaco che si trova nei pressi della stazione centrale. Poso lo sguardo distratto sulla sinistra e mi viene un colpo(non esageriamo, in senso metaforico, ovvio!): la scritta “Gola gioconda” campeggia sulle vetrine di un futuro ristorante d’albergo. Rapida telefonata al mio editore(detta così suona bene, diciamo che è l’amico che edita la rivista) e mi dice che lo sapeva ma che non poteva fare niente, l’utilizzo del nome era bloccato solo per la parte editoriale, se poi uno voleva utilizzarlo per altri scopi, liberissimo di farlo. In realtà, già altri hanno sfruttato il nome: qui trovate quelli che hanno aperto l’alcova gastronomica(sic!) con tanto di attività di affittacamere, in Puglia mi dicono ci sia una trattoria..e il pensiero mi va a quando io e Lirio(l’editore), scegliemmo in un brainstorming via mail il nome, con tutto quello che ne è conseguito in seguito. Signore impellicciate e distinti professionisti a farmi i complimenti per “Gola profonda”, così come le lettere di consorzi o aziende indirizzate sempre al direttore di Gola profonda, con il postino che guardava e sorrideva…bei tempi!

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 Commenti

  1. Magnifico DIrettore
    mentre noi, perversi e perfidi ma allegri, siamo arrivati a GolaGioconda partendo da GolaProfonda, i titolari del nuovo ristorante sono arrivati alla scelta del nome da un’altra strada: sono partiti da Leonardo (l’hotel, non te) hanno pensato alla GIoconda (quella bruttona che riposa al Louvre) e hanno creato così l’insegna del loro locale. Vuoi mettere?
    A nuove e più grandi avventure
    Lirio

  2. Mannaggia! a leggerlo prima il tuo commento su quel ristorantaccio!
    Io convintissima mi ci sono fiondata per il mio 29° compleanno anche un pò spaventata dall’eleganza e dal tipo di locale che poteva essere (convinta che ci fosse il marchio romanelli dietro) e invece nada! uno squallido ristorante da scolaresche in cui siamo stati abbandonati svariate volte dai pochi camerieri a disposizione come se si dimenticassero perfino di noi..e eravamo in sei in tutto il locale..beh questo è il prezzo da pagare per non essermi informata adeguatamente!!!ciao!