Wisdomless Club

credits @wisdomlessclub

Wisdomless Club inaugurato nel 2018, è un cocktail bar nonché tattoo parlour, art gallery, event agency (eventi internazionali), situato in pieno centro a Roma, vicino Piazza Navona, in quella che era la foresteria di Palazzo Boncompagni Duchi di Sora, dimora storica del XVI secolo.

Senza saggezza” è il significato letterale del neologismo inglese che dà nome al club, da intendersi però nel senso di leggerezza, senza pensieri.

Wisdomless, un locale unico, combina arte, decorazioni esotiche e sorprese inaspettate, con un arredamento che ricorda una sorta di moderna Wunderkammer, un gabinetto delle meraviglie.

Il locale prende ispirazione dai club per gentiluomini, tipicamente inglesi, e vuole rappresentare un luogo d’incontro per moderni gentlemen, che non sia soltanto un cocktail bar, ma anche un ritrovo di elezione e una galleria d’arte.

Appena varcata la soglia del club ci si trova in un ambiente retrò con poltrone e divani Chesterfield, luci soffuse e animali impagliati, una strepitosa collezione, che spazia dall’arte classica, ritratti antichi, quadri di battaglie seicentesche, sino a splendidi esemplari di tassidermie d’epoca. Un bancone bar in stile coloniale, con numerosi oggetti di antiquariato e modernariato: da una vela originale della Compagnia delle Indie che risale al XVII secolo, a numerose lampade e statuette di inizio novecento, con un vero coccodrillo imbalsamato in una teca sotto il bancone.

Vi sono anche una stanza, dal design che ricorda le case giapponesi, dedicata ai tatuaggi, ove sono ospitati tatuatori di alto livello internazionale, ed un giardino interno.

In altre parole, tra un cocktail e l’altro, prima o dopo un aperitivo, è possibile regalarsi un tatuaggio di qualità.

Accedendo allo spazio inferiore, dopo aver superato la zona dedicata ai tatuatori, si trova un’area, anche questa con pannelli e mobili in legno, come il resto del locale, dove spiccano due bandiere italiane risalenti all’epoca Monarchica, con vetrine contenenti racchette d’epoca, palloni da calcio degli anni 30, e numerose foto d’epoca

credits @wisdomlessclub

Vi è perfino una stanza segreta dietro una libreria: si tratta di un prive, riservato solo a clienti con esigenze speciali, in cui il personale può essere chiamato tramite un telecomando che accende una luce al banco.

photo credits @wisdomlessclub

Nei giorni scorsi è stata lanciata la nuova drink list, dedicata ai Grand Tour di inizio Novecento, creata dal bar manager Damiano Di Benedetto e dal suo staff di otto bartender, utilizzando spezie e ingredienti collezionati e raccolti in ogni parte del mondo, lavorati e trasformati in infusi, sciroppi e preparazioni, come nelle antiche apoteche. Nell’occasione sono stati offerti in degustazione tre nuovi signature cocktail sapientemente preparati dall’Head bartender/lab manager Dario Comis (finalista world class 2024):

Head bartender/lab manager Dario Comis

Sour Grapes: estratti vari di uva e rum Zacapa

credits @wisdomlessclub

-Pistachio Cherry: a base Tequila reposado, Soeur Cerises Merlet, Vermouth del Professore Rosso, Campari, Pistachio, cocktail morbido ed aromatico.

-Pharmaceutical Stimulant: Bulleit Rye whiskey. Lucano Anniversario, Cadello, Cold Brew Coffee. Drink frizzante con una nota aspra.

Wisdomless Club ha sede in via Sora n. 33, 00186 Roma tel. 0668801823

aperto tutti i giorni dalle 12.00 alle 2.00 di notte.

Hei Guei il rooftop dell’Hotel Chapter

credits @Hotel Chapter

Hey Guei il rooftop dell’Hotel Chapter è una bellissima terrazza nel centro storico di Roma, a due passi dal ghetto ebraico, un rooftop garden sui tetti di Roma, con atmosfera ed accoglienza in stile messicano.

Le proposte food e drink sono curate dall’esperto bar manager Erick Munguia e dall’executive chef Ivan Rojas Zamora, entrambi messicani.

Si propone lo street food messicano e distillati sudamericani in un’ambientazione calda e piena dei colori accesi di quel paese, con cactus ed agavi, un grande bancone ad isola e perfino un tipico Apecar azzurro.

Lo chef ci ha fatto conoscere alcuni piatti della tradizione messicana, opportunamente rivisitati ed adattati, piatti colorati, ricchi di gusto e di sapore: platano fritto con salsa agro piccante; totopos con guacamole; crocchette di queso e Jalapeno; alette di pollo, pimentos e bbq quesadillas; tacos, con il cocktail “La Palomita” a base di Mezcal , lime-pompelmo, agave affumicato, soda al pompelmo, in perfetto abbinamento rinfrescante per contrastare i cibi speziati.

Inoltre è stato possibile degustare il Charanda, rum artigianale tipico della regione del Mchoacàn in Messico, in un’insolita e rara versione aromatizzata ai funghi.

Il team ha realizzato una drink list anche per l’estate 2024. Il menu drink è diviso in due sezioni: il primo è totalmente incentrato sul Margarita, drink iconico della terrazza, il secondo spazia tra proposte più variegate, non dimenticando mai le radici ispaniche del concept.

Hey Guey – Hotel Chapter Via di S. Maria de’ Calderari 47, Roma

Aperto tutti i giorni dalle 17.30

ORO WHISKY BAR

credits @orowhiskybar

ORO WHISKY BAR, fondato nel 2021 da Andrea Fofi, storico ideatore di Roma Whisky Festival e socio fondatore del Roma Bar show, è il riferimento romano per gli amanti del whisky, ove si diffonde e si promuove la cultura legata a questo celebre liquore , sia in versione liscia che miscelata, con oltre 400 etichette di whisky da tutto il mondo, offre una grande esperienza nel variegato universo di questo distillato.

Daniele Gentili e Francesco Cimaglia rispettivamente general manager e bar manager, hanno presentato la nuova drink list: i dodici nuovi cocktail derivano il loro nome da altrettante parole con cui si identificano le caratteristiche proprie di ciascun tipo di whisky: Affumicato, Minerale, Sulfureo, Marino, Erbaceo, Vinoso, Legnoso, Fruttato, Oleoso, Floreale, Dolce e Cereale.

Si spazia dai drink più classici, come Emerald “Erbaceo”, variante sul boulevardier, arricchito dalle note di timo, a quelli più sofisticati, come Kaori “Vinoso”, in cui si incontrano Giappone ed Europa, o Baltico “Marino”, con scotch, borragine e nero di seppia, è la proposta perfetta per gli amanti delle note salate e del gusto inconfondibile di liquirizia.

ORO Whisky Bar propone, per tutti i suoi drink, tre versioni dello stesso cocktail, realizzate con diverse etichette di whisky, in modo che l’avventore ne possa poi apprezzare le differenze.

Il locale, in abbinamento ai cocktail e alla selezione di distillati, offre una piccola proposta ma raffinata di accompagnamenti gastronomici, come il bao con baccalà mantecato e cipolla caramellata, le ribs con salsa bbq ed erba cipollina o un flan di carote infornate.

ORO WHISKY BAR VIALE GIOTTO 1, 00153 ROMA

Aperto dal martedì al sabato compresi dalle 21 alle 03

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nessun commento